L’inutile oggetto del desiderio… Asciamo Stare

E’ con grande piacere che la Società Inutili&affini propone il suo nuovo prodotto “Asciamo Stare”, la custodia per la tua ascia portatile.

Un oggetto comodo e maneggevole che permette di sfruttare al meglio la versatilità di questo oggetto utilissimo in ogni occasione.

Quante volte infatti vi è capitato di frugare nella borsetta e non trovarlo subito, perché confuso tra i tanti oggetti utili e inutili che conteneva? Oppure di dover correre a cercarla sotto il sedile della macchina perdendo tempo e magari anche il soggetto che ne avrebbe beneficiato dell’utilizzo?

Invece con “Asciamo Stare” il problema è risolto, la vostra piccola ascia sarà sempre con voi, pronta all’uso e alla mutilazione, senza inutili sprechi di tempo ed energie.

Una comoda cinghia anti-impiccio vi permetterà di portarla alla vita o a tracolla, avendo sempre le mani libere, mentre la fascia elastica permette un’estrazione immediata e rapida dell’oggetto. “Asciamo Stare” può essere personalizzata nei tessuti, nei colori e con le proprie iniziali.

Si parte da una versione basic, che comprende l’utile pezzetta per pulire la lama, per arrivare a quella accessoriata con portarossetto e specchietto, che mette insieme l’animo glamour e lo spirito pratico di ogni donna. Vi ricordiamo che esiste una versione da collezione con Swarovski che rappresenta il tocco di lusso permesso a poche.

Quindi che aspetti? Non farti mancare questo nuovo oggetto del desiderio, affrettati anche tu a richiedere la tua “Asciamo Stare” ed ad iscriverti alla nostra pagina facebook, un nuovo mondo si aprirà per te, fatto di promozioni, nuovi amici e nuovi modi di usare la tua ascia.

si ringrazia Valeria Di Francesco per la collaborazione nella realizzazione di questo pezzo

P.S. credete che le asce portatili non esistano? guardate qua:

http://www.asylumitalia.it/2009/01/20/lascia-portatile-per-il-perfetto-taglialegna-che-ce-in-voi/

Info su PiantataStorta

Lavoro nell'ambito della comunicazione, della grafica, degli eventi e dell'editoria. E scrivo perché è la cosa migliore che so fare (figuratevi il resto).

I commenti sono chiusi.