Ovidio torna a Roma

Ma l'arte serve?, PiantataStorta Contemporanea

Ovidio torna a Roma con la mostra “Ovidio. Amori, miti e altre storie”, in programma alle Scuderie del Quirinale fino al 20 gennaio 2019 presenta con coerenza, ma soprattutto intelligenza, un bellissimo percorso che racconta l’importanza di un poeta latino che molti conoscono solo attraverso i libri di scuola in modo superficiale e poco attraente.

Continua a Leggere

Scolpito nella pietra di Fabio Viale

Ma l'arte serve?, PiantataStorta Contemporanea

E’ finita il 30 settembre una di quelle mostre che avrei tanto voluto vedere, e guarda caso non si trovava in Italia: “In Stein gemeißelt – Skulpturen von Fabio Viale in der Glyptothek” al Glyptothek Museum di Monaco di Baviera. Qui lo scultore italiano ha portato 11 opere e un meraviglioso Lacoonte che è stato […]

Continua a Leggere

Le bolle di sapone di Jean-Baptiste Siméon Chardin

Ma l'arte serve?

Un giovane affacciato alla finestra è intento in un gioco che conosciamo tutti: fare le bolle di sapone. Grazie ad una sottile cannuccia, realizza una bolla di tutto rispetto, simile ad una palla di vetro, mentre una piccola figura con un cappello piumato che dovrebbe forse farlo sembrare più alto, un bambino bassottello, lo guarda […]

Continua a Leggere

ANDY WARHOL – Complesso del Vittoriano

Le Mostre di Piantatastorta, Ma l'arte serve?, PiantataStorta Contemporanea

Dalla settimana scorsa è possibile visitare una bella mostra dedicata a Andy Warhol nell’Ala Brasini del Vittoriano. Ammetto di non amare la Pop Art, ho un animo sentimentale che cerca altri temi e altre tecniche, eppure non posso negare la bontà e la qualità del progetto.

Continua a Leggere

Perché mi piace agosto


Ma l'arte serve?, Ufficiosamente

Agosto è per antonomasia il mese più caldo dell’anno, eppure è un mese che mi piace tantissimo, talmente tanto che voglio condividerne con voi i motivi. Il motivo più scontato sono naturalmente le ferie, ma non solo perché le faccio io, soprattutto perché le fanno gli altri svuotando le strade, gli autobus, i supermercati. Peccato […]

6 agosto 2018

Litigo quindi sono


Ufficiosamente

Io sono una persona litigiosa, lo sanno tutti. Ma litigo in un modo strano, nel senso che non è che mi dedico a questa pratica in ogni occasione, sono molto selettiva rispetto ai momenti e alle persone con cui lo faccio. Di solito, infatti, non litigo con gli sconosciuti. Un po’ perché sono timida, un […]

23 luglio 2018

Lunedì macchiato


Ufficiosamente

Oggi è un grande Lunedì, uno di quelli con la L maiuscola, uno di quelli che ti fanno pensare non solo che la fine del mondo è vicina, ma che forse non sarebbe poi così male. Per questo ho deciso di dedicarmi alla disamina di uno degli inconvenienti che accadono più comunemente in questo infausto […]

2 luglio 2018

Le donne forti di Kelly Reemtsen


Ma l'arte serve?

Faccio un altro piccolo salto nell’arte contemporanea per parlare delle donne fantastiche di una pittrice americana che mi ha rapito il cuore: Kelly Reemtsen. E’ difficile scegliere un suo quadro e parlarne perché il tema di base si ripete in una varietà fantastica di forme e colori che rende ogni opera una godibilissima sorpresa. Per […]

11 giugno 2018

Una passeggiata alla Fiera del Verde e del Paesaggio


Ufficiosamente

Come ribadisce il titolo del mio blog, questo non è un blog sul giardinaggio, e non solo perché sono una storica dell’arte prestata alla comunicazione, ma soprattutto perché io ho il pollice nero. Se compro una pianta, questa inizia a ingiallirsi e a perdere le foglie dopo circa cinque minuti che mi sta vicino. Le […]

4 giugno 2018

Addio Miss Marple (1976)


Riscoprendo Agatha

In realtà non è un addio, nel senso che è l’ultima avventura di Miss Marple, ma solo perché Agatha muore nell’anno della pubblicazione, che è postuma in quanto è stato scritto quasi quarant’anni prima. Il personaggio qui è bello arzillo e se la cava molto bene ad indagare, come già successo, su un omicidio accaduto […]

28 maggio 2018

Scene di vita romana di Umberto Bottazzi


Ma l'arte serve?

Le belle scoperte si fanno per caso, e un nome che viene sempre citato insieme a quello di tanti altri molto più famosi e familiari all’improvviso diventa una sorprendente scoperta. Quel nome è Umberto Bottazzi, un artista che, tra fine Ottocento e primi Novecento, non si dedica solo alla pittura, ma a tutte le arti, […]

21 maggio 2018

L’utilità del citofono


Ufficiosamente

Agli inizi del Novecento il citofono era considerato un oggetto di lusso e modernità. Oggi possiamo dire che quella cornetta del telefono attaccata al muro sempre nel posto più scomodo non ha più il fascino di un tempo, anzi, è diventato veicolo di scocciature e ansia.

14 maggio 2018