Poirot e la salma (1946)

Poirot e la salma (1946)

Con “Poirot e la salma” tiriamo fuori un altro romanzo che può essere definito un “classico”. I personaggi sono belli corposi, interessanti, più vividi del solito, e Poirot è sempre … Continua a leggere

Un tranquillo weekend di disperazione – Cronache di un Festival Letterario

Un tranquillo weekend di disperazione – Cronache di un Festival Letterario

Il destino di solito è baro e bugiardo, ma anche molto ironico. Sarà per questo che, appena pubblicato il mio pezzo sull’infelicità mi fa imbattere nell’annuncio del festival che fa … Continua a leggere

Il giorno dei morti (1945)

Il giorno dei morti (1945)

Il problema di questo romanzo è che se hai letto il racconto “Iris gialli” nella raccolta del 1939 “In tre contro il delitto” starai tutto il tempo a chiederti che … Continua a leggere

La gente odia chi è felice

La gente odia chi è felice

Aveva ragione mio padre quando diceva, di solito prima di mangiare un dolce: la gente odia chi è felice. Forse perché a essere felici, infondo, cosa ci vuole? Un cucciolo … Continua a leggere

C’era una volta (1944)

C’era una volta (1944)

Unico romanzo storico di Agatha, è ambientato nell’antico Egitto ma è strutturato come un classico romanzo giallo inglese. Al posto delle verdi vallate della campagna britannica troviamo la sabbia dorata … Continua a leggere

Verso l’ora zero (1944)

Verso l’ora zero (1944)

All’inizio ero prevenuta, il titolo sembra quello di un romanzo di spionaggio, e sappiamo tutti che i romanzi di spionaggio mi procurano una cattiva digestione, invece è venuto fuori che … Continua a leggere

Il ritratto di Elsa Greer (1942)

Il ritratto di Elsa Greer (1942)

Non ero molto convinta di questa storia: Poirot che interroga i cinque protagonisti di un delitto avvenuto sedici anni prima per dimostrare che il colpevole condannato era in realtà innocente. … Continua a leggere

La felicità ovvero “Nel parco” di Amedeo Bocchi

La felicità ovvero “Nel parco” di Amedeo Bocchi

Amedeo Bocchi si avvicina al Divisionismo, al Simbolismo, al Liberty, ma non entra a far parte di nessuna di queste correnti. Produce un suo linguaggio personalissimo fatto di luce e … Continua a leggere

Il terrore viene per posta (1942)

Il terrore viene per posta (1942)

Jerry Burton, un giovane benestante ma reduce da un incidente in aviazione cerca la guarigione con una convalescenza tranquilla in campagna accompagnato dalla giovane e spigliata sorella. I due cercavano … Continua a leggere

Dai diari del Genio del Male: I piani di emergenza

Dai diari del Genio del Male: I piani di emergenza

  Quante volte chi si applica per diventare un genio del male vede il suo piano andare in fumo? Nel mio caso troppo spesso, altrimenti mi chiamerei Capo del Mondo, … Continua a leggere

C’è un cadavere in biblioteca (1942)

C’è un cadavere in biblioteca (1942)

Fino ad ora ne ho letti proprio tanti di libri di Agatha, ma questo ha sempre un posto speciale nel mio cuore per due cose: il titolo e l’incipit, adoro … Continua a leggere

Quinta colonna (1941)

Quinta colonna (1941)

La Seconda Guerra Mondiale è iniziata da un po’ ed Agatha aveva solo fatto qualche accenno ai personaggi della politica nei suoi romani degli ultimi tre anni, qui finalmente decide … Continua a leggere