Archivi tag: giallo inglese

Alla deriva (1948)

Alla deriva (1948)

E’ un libro strano, con un fondo di tristezza raro nelle storie di Agatha, per alcuni versi mi ha ricordato “La Domatrice”, perché leggiamo di quell’amarezza che nasce dal vedere … Continua a leggere

Perché non l’hanno chiesto a Evans? (1935)

Perché non l’hanno chiesto a Evans? (1935)

Adoro questo titolo, lo adoro perché è difficile trovare un titolo fatto con una domanda e perché racchiude tutto il senso della trama. Una trama che in molti momenti sembra … Continua a leggere

Se morisse mio marito (1933)

Se morisse mio marito (1933)

Nuova avventura di Poirot ed Hastings ambientata a Londra, in quel punto d’incontro sociale tra aristocrazia e spettacolo, dove i protagonisti sono appunto nobili e divi del cinema e del … Continua a leggere

Un messaggio dagli spiriti (1931)

Un messaggio dagli spiriti (1931)

Il romanzo inizia proprio bene, una tempesta di neve, un comprensorio di case dove tutti si conoscono e si controllano, ma soprattutto una seduta spiritica che preannuncia un omicidio.

Il misterioso Signor Quin (1930)

Il misterioso Signor Quin (1930)

Nel 1930 Agatha pubblica un’altra raccolta di racconti, ma questa volta con due protagonisti: il signor Satterthwaite, che ritroveremo in altri racconti e in “Tragedia in tre atti” con il … Continua a leggere

Il mistero del treno azzurro (1928)

Il mistero del treno azzurro (1928)

Un altro romanzo che si muove tra l’Inghilterra e la costa Azzurra, con tanti personaggi interessanti, dominato dalla protagonista femminile che ha fortuna e carattere affiancata da un Poirot che … Continua a leggere

Poirot e i quattro (1927)

Poirot e i quattro (1927)

Siamo nel 1927 e Agatha ritorna a parlare di spionaggio, o meglio, di complotti internazionali, coinvolgendo questa volta Poirot ed Hastings, che ritorna dall’Argentina e trasforma un viaggio di pochi … Continua a leggere

L’assassinio di Roger Ackroyd (1926)

L’assassinio di Roger Ackroyd (1926)

Finalmente, lo devo ammettere, ho trovato un romanzo che mi piace tantissimo! Mi piace l’ambientazione: un villaggio della campagna inglese, i personaggi: alta borghesia che si mischia con la servitù, … Continua a leggere