Incendio in città di Gerardo Dottori

Ma l'arte serve?

Uno degli esponenti più importanti del movimento Futurista, pittore, ma anche teorico del movimento, Gerardo Dottori, dipinge nel 1926, nel pieno della sua maturità artistica, una città che brucia.

Continua a Leggere

Ovidio torna a Roma

Ma l'arte serve?, PiantataStorta Contemporanea

Ovidio torna a Roma con la mostra “Ovidio. Amori, miti e altre storie”, in programma alle Scuderie del Quirinale fino al 20 gennaio 2019 presenta con coerenza, ma soprattutto intelligenza, un bellissimo percorso che racconta l’importanza di un poeta latino che molti conoscono solo attraverso i libri di scuola in modo superficiale e poco attraente.

Continua a Leggere

Scolpito nella pietra di Fabio Viale

Ma l'arte serve?, PiantataStorta Contemporanea

E’ finita il 30 settembre una di quelle mostre che avrei tanto voluto vedere, e guarda caso non si trovava in Italia: “In Stein gemeißelt – Skulpturen von Fabio Viale in der Glyptothek” al Glyptothek Museum di Monaco di Baviera. Qui lo scultore italiano ha portato 11 opere e un meraviglioso Lacoonte che è stato […]

Continua a Leggere

Le bolle di sapone di Jean-Baptiste Siméon Chardin

Ma l'arte serve?

Un giovane affacciato alla finestra è intento in un gioco che conosciamo tutti: fare le bolle di sapone. Grazie ad una sottile cannuccia, realizza una bolla di tutto rispetto, simile ad una palla di vetro, mentre una piccola figura con un cappello piumato che dovrebbe forse farlo sembrare più alto, un bambino bassottello, lo guarda […]

Continua a Leggere

La teoria del riordino mentale: il bullet journal


Ufficiosamente

E siamo arrivati anche alla fine di questo 2018. Ma non vi aspettate che vi faccia un consuntivo dell’anno o la lista dei buoni propositi, perché ormai sono entrata nel trip del bullet journal e la mia vita, almeno a parole, dovrebbe essere ordinata e lineare, quotidianamente scandita da liste, obiettivi raggiunti o da raggiungere, […]

31 dicembre 2018

Anatema su di loro!


Ufficiosamente

Basta con il buonismo, è più facile odiare che amare, anzi odiare è più rassicurante, quindi perché privarsi di questa opportunità? E proprio per questo è anche più facile dire una cattiva parola verso qualcuno che una buona, mandargli un accidente, un cattivo augurio, piuttosto che fare un gesto di discreta e magnanima gentilezza. Eppure […]

3 dicembre 2018

Ovidio torna a Roma


Ma l'arte serve?, PiantataStorta Contemporanea

Ovidio torna a Roma con la mostra “Ovidio. Amori, miti e altre storie”, in programma alle Scuderie del Quirinale fino al 20 gennaio 2019 presenta con coerenza, ma soprattutto intelligenza, un bellissimo percorso che racconta l’importanza di un poeta latino che molti conoscono solo attraverso i libri di scuola in modo superficiale e poco attraente.

19 novembre 2018

I formati e le misure del dubbio


Ufficiosamente

Il dubbio ha vari formati e misure. C’è il dubbio tascabile, ha la forma di un pacchetto di gomme da masticare, lo porti sempre con te e lo tiri fuori ogni qual volta ti trovi davanti a qualche occasione potenzialmente imbarazzante. Anche se non pesa molto e occupa poco spazio è comunque sempre disponibile per […]

12 novembre 2018

Le cose che non mi bastano mai


Ufficiosamente

Non fumo, non bevo, non prendo caffè perché sono una compulsiva. E come tutti i compulsivi tendo a fare cose autolesioniste. Ma soprattutto tendo ad accumulare cose. Cose che per me sono indispensabili, cose che vanno oltre il loro numero ma che occupano spazio reale e virtuale nella mia vita. Qui di seguito ne cito […]

29 ottobre 2018

Le bolle di sapone di Jean-Baptiste Siméon Chardin


Ma l'arte serve?

Un giovane affacciato alla finestra è intento in un gioco che conosciamo tutti: fare le bolle di sapone. Grazie ad una sottile cannuccia, realizza una bolla di tutto rispetto, simile ad una palla di vetro, mentre una piccola figura con un cappello piumato che dovrebbe forse farlo sembrare più alto, un bambino bassottello, lo guarda […]

22 ottobre 2018

La guerra silenziosa e il nostro vero nemico: la zanzara


Ufficiosamente

Oggi parleremo della silenziosa guerra che combattiamo ogni giorno con il soldato perfetto perché inafferrabile, spietato, determinato: la zanzara. La zanzara, infatti, racchiude nella sua natura queste e tantissime altre qualità, che la rendono l’essere più idoneo a colpire e annientare il nemico. Peccato che il nemico, di solito, siamo noi. Riesce ad avvicinarsi senza […]

16 ottobre 2018