Il povero poeta di Karl Spitzweg


Ma l'arte serve?

Karl Spitzweg è un simpatico pittore tedesco dell’Ottocento che diventa farmacista per volere del padre ma abbandona la professione per intraprendere la carriera di pittore-illustratore. Il nostro artista realizza circa 1500 opere nella sua vita, seguendo uno stile romantico che si esprime non solo nei colori pastosi e brillanti, ma soprattutto nella scelta di scene […]

23 ottobre 2015

Il bacio sul vetro di Veeres Zultan


Ma l'arte serve?

Alle fiere di antiquariato si va per incontrare qualcosa di bello, molto spesso qualcosa che non puoi permetterti, ma che almeno in quell’occasione potrai vedere. E proprio in una di queste fiere, in uno stand di un antiquario che non mi ispirava simpatia, ho visto un quadro che mi fa piacere condividere con voi di […]

16 ottobre 2015

Tra vittima e carnefice. Salomé di Jean Benner


Ma l'arte serve?

Una giovane donna che porge un piatto con serenità, solo che sul piatto non c’è un dolce, ma una testa: la testa di San Giovanni Battista. Nel gesto fermo e asciutto si riassume la conclusione di un dramma o, se vogliamo, la fine di una storia che invece è stata frenetica, caratterizzata da un ballo […]

3 ottobre 2014

L’amore nella vita di Giuseppe Pellizza da Volpedo


Ma l'arte serve?

Nel periodo successivo al compimento e alla prima esposizione pubblica de “Il Quarto Stato”  (il quadro che avverte il mondo che la società sta cambiando, che operai e contadini stanno prendendo coscienza della propria condizione e che ricorda che la lotta di classe è alle porte) l’autore, Giuseppe Pellizza da Volpedo, reagisce alla delusione per […]

22 maggio 2014